Storie d’oro e di fango #22: l’ombra benedetta

1 12 09 by

Leggi prima Storie d’oro e di fango #17: lo stretto delle meraviglie Storie d’oro e di fango #18: la grande opera millenaria Storie d’oro e di fango #19: le vite confiscate Storie d’oro e di fango #20: l’ordine e il caos Storie d’oro e di fango #21: spostarsi solo un poco più in là       Una monetina per la Cina / Una per il ponte sullo stretto di Messina / Sperando che il calore della terra siciliana / Possa sciogliere la nebbia fissa in Val Padana Daniele Silvestri       In queste mattine di ottobre la costa calabrese vede quella siciliana in modo nitido e deciso, e il profumo del mare è così forte che impregna i vestiti fino ai tessuti più interni, stravolgendoli con la sua tempra millenaria. Carmelo si sveglia presto...

read more

Storie d’oro e di fango #21: spostarsi solo un poco più in là

30 11 09 by

Leggi prima Storie d’oro e di fango #17: lo stretto delle meraviglie Storie d’oro e di fango #18: la grande opera millenaria Storie d’oro e di fango #19: le vite confiscate Storie d’oro e di fango #20: l’ordine e il caos       Troppi silenzi in quel cemento che già sanguina / Troppe speranze nel mirino che ora luccica Subsonica       “Tutto, cacciano!” Il signor Cordova ha quasi ottant’anni e qui a Cannitello lo rispettano tutti. Ha lavorato prima come geometra per diversi anni e poi come ferroviere negli ultimi 35 anni, su e giù per l’Italia: conosce tutte le stazioni. Adesso è in pensione e fa il pescatore sulla riva calabrese dello Stretto, riflettendo sulla pesca e sulla vita. È il fratello del procuratore Agostino Cordova – di cui nessuno capì mai...

read more

Storie d’oro e di fango #20: l’ordine e il caos

25 11 09 by

Leggi prima Storie d’oro e di fango #17: lo stretto delle meraviglie Storie d’oro e di fango #18: la grande opera millenaria Storie d’oro e di fango #19: le vite confiscate       Che sfinge di cemento e alluminio ha spaccato loro il cranio e ne ha mangiato cervelli e immaginazione? Allen Ginsberg       Tra i materiali fabbricati dall’uomo, il più diffuso al mondo è il cemento. Nel solo anno 2008, la sua produzione mondiale ha raggiunto i 2,83 miliardi di tonnellate, che corrispondono a circa 450 kg pro capite. Fino a poco tempo fa non si conosceva esattamente la sua struttura molecolare; poi un gruppo di scienziati ha scoperto qualcosa di sorprendente: la sua resistenza non è dovuta all’ordine, ma al caos. Sono infatti le variazioni casuali delle molecole di cemento che...

read more

Storie d’oro e di fango #19: le vite confiscate

22 11 09 by

Leggi prima Storie d’oro e di fango #17: lo stretto delle meraviglie Storie d’oro e di fango #18: la grande opera millenaria       “Qual ponte, muti chiedemmo, qual ponte abbiamo noi gettato sull’infinito, che tutto ci appare ombra di eternità? A quale sogno levammo la nostalgia della nostra bellezza?” Dino Campana       “Mai. Ascoltami bene. Questo ponte non lo faranno mai”. È Diego Festa, guida ambientale escursionistica del Parco Nazionale dell’Aspromonte, in Calabria. Le sue parole scandiscono il tramonto mentre mi accompagna negli anfratti più intimi della sua cara Costa Viola, le sfumature del mare si uniscono in un filo luminoso a quelle delle nuvole, color arancio lava. Mi racconta u Strittu, la sua storia, la geologia, la fauna. Le sue correnti vorticose e il suo temperamento guerriero, il suo essere paradiso...

read more

Storie d’oro e di fango #18: la grande opera millenaria

20 11 09 by

  Leggi prima Storie d’oro e di fango #17: lo stretto delle meraviglie    “Per i governanti del nostro tempo diventa sempre più difficile passare alla storia. Non si possono conquistare imperi; non si può andare in battaglia per la salvezza del proprio Dio; non si possono liberare gli schiavi; non si possono scoprire nuovi mondi”. Ida Magli       Il Ponte sullo Stretto di Messina sarà la più straordinaria opera di ingegneria civile di tutti i tempi, la seconda impresa più grande dopo il viaggio sulla Luna. Cambierà la mentalità, cambierà la cultura, cambieranno i pensieri dei siciliani, le loro giornate, i loro orizzonti e i loro sogni. Sarà uno spettacolo per gli occhi e per lo spirito, i turisti verranno da tutto il mondo per ammirarlo, sulla passerella per i pedoni che...

read more

Storie d’oro e di fango #17: lo stretto delle meraviglie

17 11 09 by

[Altri Occhi continua a raccontarvi le Storie d’oro e di fango dall’Italia che crolla sotto il peso di inefficienza, abusivismo e corruzione. Dopo sei mesi dal terremoto in Abruzzo, l’alluvione di Messina meritava di essere documentata. Da lì, appassionatamente.] Leggi prima le 16 puntate sul terremoto de L’Aquila    La natura è vita che dorme, diceva il filosofo tedesco Schelling. E’ una vita capricciosa e imprevedibile che alterna il sonno e la veglia come i petali di una grande girandola, destra e poi sinistra, corsa e poi di nuovo quiete, apertura e chiusura, dolcezza e durezza, follia, poi saggezza. Un costante ciclo che non si stanca mai e non conosce mezze misure, e anche quando sembra essersi stabilizzato rispetto agli ottusi umani canoni di equilibrio, sorprende con il suo occhiolino di gioia estrema e...

read more

Reportage dalla Barbagia: il linguaggio è un gioco

16 10 09 by

La lingua sarda è fatta di giochi linguistici, sensi metaforici, espressioni intraducibili e figure retoriche. L’ellissi e la sineddoche la rendono di poche parole, sostituendo l’intuito alla sintassi completa; la laconicità è tipica della parlata, che diventa concisa e imperscrutabile. In realtà, il Sardo preferisce esprimersi nel silenzio, nelle parole non dette, mantenute dentro, conservate da occhi indiscreti. Il Sardo ha un pessimo rapporto con la comunicazione, quando questa è intesa come apertura, dialogo, messa a nudo della personalità: per lui comunicare è spogliarsi, rinunciare alla corazza e alle difese. Ecco perché preferisce non parlare, e se proprio deve, si rifugia in frasi fatte e battute rimbalzate, in modo da non esporsi troppo agli occhi altrui. La lingua sarda cela una dinamica di guerra. Il silenzio dei Sardi è una fortificazione, un nuraghe mascherato...

read more

Storie d’oro e di fango #16: parole sante e rose dorate

1 07 09 by

Leggi prima: Storie d’oro e di fango #1: l’Abruzzo un mese dopo Storie d’oro e di fango #2: alla frontiera del paradosso Storie d’oro e di fango #3: una fede extraterritoriale Storie d’oro e di fango #4: il Signore fa morire e fa vivere Storie d’oro e di fango #5: con la luce del sole Storie d’oro e di fango #6: le Avemarie non bastano Storie d’oro e di fango #7: il marciapiede della conciliazione Storie d’oro e di fango #8: il candore dei porporati Storie d’oro e di fango #9: i colori sono andati via Storie d’oro e di fango #10: ad ogni cosa il suo vero nome Storie d’oro e di fango #11: cibo per l’anima Storie d’oro e di fango #12: i papaveri strappati Storie d’oro e di fango #13: croci...

read more

Storie d’oro e di fango #15: il piccolo teatro degli uomini

25 06 09 by

Leggi prima: Storie d’oro e di fango #1: l’Abruzzo un mese dopo Storie d’oro e di fango #2: alla frontiera del paradosso Storie d’oro e di fango #3: una fede extraterritoriale Storie d’oro e di fango #4: il Signore fa morire e fa vivere Storie d’oro e di fango #5: con la luce del sole Storie d’oro e di fango #6: le Avemarie non bastano Storie d’oro e di fango #7: il marciapiede della conciliazione Storie d’oro e di fango #8: il candore dei porporati Storie d’oro e di fango #9: i colori sono andati via Storie d’oro e di fango #10: ad ogni cosa il suo vero nome Storie d’oro e di fango #11: cibo per l’anima Storie d’oro e di fango #12: i papaveri strappati Storie d’oro e di fango #13: croci...

read more

Storie d’oro e di fango #14: il cocktail del dottore

22 06 09 by

Leggi prima: Storie d’oro e di fango #1: l’Abruzzo un mese dopo Storie d’oro e di fango #2: alla frontiera del paradosso Storie d’oro e di fango #3: una fede extraterritoriale Storie d’oro e di fango #4: il Signore fa morire e fa vivere Storie d’oro e di fango #5: con la luce del sole Storie d’oro e di fango #6: le Avemarie non bastano Storie d’oro e di fango #7: il marciapiede della conciliazione Storie d’oro e di fango #8: il candore dei porporati Storie d’oro e di fango #9: i colori sono andati via Storie d’oro e di fango #10: ad ogni cosa il suo vero nome Storie d’oro e di fango #11: cibo per l’anima Storie d’oro e di fango #12: i papaveri strappati Storie d’oro e di fango #13: croci...

read more

Storie d’oro e di fango #13: croci e pastelli

19 06 09 by

Leggi prima: Storie d’oro e di fango #1: l’Abruzzo un mese dopo Storie d’oro e di fango #2: alla frontiera del paradosso Storie d’oro e di fango #3: una fede extraterritoriale Storie d’oro e di fango #4: il Signore fa morire e fa vivere Storie d’oro e di fango #5: con la luce del sole Storie d’oro e di fango #6: le Avemarie non bastano Storie d’oro e di fango #7: il marciapiede della conciliazione Storie d’oro e di fango #8: il candore dei porporati Storie d’oro e di fango #9: i colori sono andati via Storie d’oro e di fango #10: ad ogni cosa il suo vero nome Storie d’oro e di fango #11: cibo per l’anima Storie d’oro e di fango #12: i papaveri strappati       La donna impari silenziosa e...

read more

Storie d’oro e di fango #12: i papaveri strappati

15 06 09 by

Leggi prima: Storie d’oro e di fango #1: l’Abruzzo un mese dopo Storie d’oro e di fango #2: alla frontiera del paradosso Storie d’oro e di fango #3: una fede extraterritoriale Storie d’oro e di fango #4: il Signore fa morire e fa vivere Storie d’oro e di fango #5: con la luce del sole Storie d’oro e di fango #6: le Avemarie non bastano Storie d’oro e di fango #7: il marciapiede della conciliazione Storie d’oro e di fango #8: il candore dei porporati Storie d’oro e di fango #9: i colori sono andati via Storie d’oro e di fango #10: ad ogni cosa il suo vero nome Storie d’oro e di fango #11: cibo per l’anima       Il passato è la sola realtà umana. Tutto ciò che è, è passato. Anatole...

read more

Storie d’oro e di fango #11: cibo per l’anima

11 06 09 by

Leggi prima: Storie d’oro e di fango #1: l’Abruzzo un mese dopo Storie d’oro e di fango #2: alla frontiera del paradosso Storie d’oro e di fango #3: una fede extraterritoriale Storie d’oro e di fango #4: il Signore fa morire e fa vivere Storie d’oro e di fango #5: con la luce del sole Storie d’oro e di fango #6: le Avemarie non bastano Storie d’oro e di fango #7: il marciapiede della conciliazione Storie d’oro e di fango #8: il candore dei porporati Storie d’oro e di fango #9: i colori sono andati via Storie d’oro e di fango #10: ad ogni cosa il suo vero nome       Quando ho trovato le tue parole, io le ho mangiate. [Geremia 15, 16]       La spiritualità, da queste parti, è un’altra cosa....

read more

Storie d’oro e di fango #10: ad ogni cosa il suo vero nome

8 06 09 by

Leggi prima: Storie d’oro e di fango #1: l’Abruzzo un mese dopo Storie d’oro e di fango #2: alla frontiera del paradosso Storie d’oro e di fango #3: una fede extraterritoriale Storie d’oro e di fango #4: il Signore fa morire e fa vivere Storie d’oro e di fango #5: con la luce del sole Storie d’oro e di fango #6: le Avemarie non bastano Storie d’oro e di fango #7: il marciapiede della conciliazione Storie d’oro e di fango #8: il candore dei porporati Storie d’oro e di fango #9: i colori sono andati via       Parlare oscuramente lo sa fare ognuno, ma chiaro pochissimi. Galileo Galilei          In Abruzzo, da quella notte, alcune parole hanno cambiato significato. Come emergenza, evitabile, donazione. La tendopoli si chiama campo, anche se non...

read more