Giornata della Memoria: due passi al luna park del ghetto

27 01 10 by

“In questo luogo, come non ricordare gli Ebrei romani che vennero strappati da queste case, davanti a questi muri, e con orrendo strazio vennero uccisi ad Auschwitz? Come è possibile dimenticare i loro volti, i loro nomi, le lacrime, la disperazione di uomini, donne e bambini?” A pronunciare queste parole, dieci giorni fa all’interno della Sinagoga di Roma, è stato Papa Benedetto XVI, commosso e solenne, per chiedere perdono alla comunità ebraica. Un triplo perdono, probabilmente: in nome della sua appartenenza al genere umano, capace di cotanto orrore; in nome del suo essere il primo rappresentante della Chiesa Cattolica, la più grande persecutrice del popolo ebraico sin dall’alba dei tempi; in nome della sua partecipazione giovanile al Nazismo come soldato di Hitler, colui che ha portato a termine l’opera di secoli e secoli di...

read more

Internazionale a Ferrara #5: Portfolio Israele/Palestina

10 11 08 by

La mostra “Atto di stato. Palestina-Israele 1967-2007” – per il quarantennale dell’occupazione della Palestina da parte dell’esercito israeliano – ha fatto da sfondo all’incontro “Portfolio Israele/Palestina: la storia per immagini“: la giornalista e saggista Maria Nadotti a colloquio con la storica e critica della fotografia Ariella Azoulay, ebrea israeliana, autrice dello studio che ha dato origine alla mostra. Sono state presentate 371 fotografie, da lei scelte tra 10.000 attraverso un enorme lavoro di ricerca, selezione, montaggio e installazione. Il proposito del suo lavoro è stato quello di mostrare come le persone coinvolte, nel quotidiano, hanno gestito l’occupazione. E quindi ecco che, a scapito degli eventi cosiddetti “cruciali” dai media ufficiali, diventa centrale il contatto quotidiano tra soldato israeliano e cittadino palestinese, i loro sguardi, i loro pensieri. E’ quello che la Azoulay chiama “il...

read more

L’attesa di una pace vera, tra razzi imprevedibili e terapie di gruppo

27 06 08 by

Nel suo reportage da Israele Le sirene di Sderot, città a ridosso della striscia di Gaza, Naoki Tomasini ha scelto di mettere in pratica la teoria della clessidra, mostrando le dinamiche di una grande questione – la guerra tra israeliani e palestinesi – attraverso le parole e le piccole storie degli abitanti di un luogo di confine, dimenticato dai media e dal suo stesso governo. In questo eccezionale reportage, uscito su PeaceReporter di maggio, è di scena l’umanità nella sua accezione più ampia, nella sua condizione più misera e disperata. Tomasini ci dà un quadro generale della situazione a Sderot, con dati alla mano, interviste significative ed uno stile narrativo acuto ed incalzante, con quel tanto di sapore letterario di cui i migliori reportage sono impregnati. Ci viene messa davanti agli occhi la realtà...

read more

Eventi per gli appassionati

9 03 08 by

Ecco un post di servizio per tre eventi da non perdere. 14 marzo 2008 ore 21, Teatro S.Domenico (Piazza Trento Trieste – Crema): Gli ultimi grandi reporter e viaggiatori del Novecento – omaggio a Tiziano Terzani e Ryszard Kapuscinski. Dalla passione dell’Associazione No-Profit L’angolo dell’avventura e dei grandi viaggiatori, una serata speciale dedicata a due dei più grandi reporter di tutti i tempi, attraverso presentazioni, letture, video e discussioni. Saranno presenti Jaroslav Mikolajewski [poeta, amico di Kapusckinski], Paolo Rumiz [grande reporter, inviato del Piccolo di Trieste ed editorialista della Repubblica], Angela Staude Terzani [moglie del grande giornalista], Vincenzo Cottinelli [fotografo di scrittori e intellettuali per testate come il Corriere della Sera, The European, Le Monde]. Conduce la giornata Alen Loreti, animatore del sito su Terzani. 15 Marzo 2008 ore 18-19 e 16 Marzo ore...

read more