Fujiyama

8 03 11 by

Fra le terre di Kai e quelle di Suruga lambita dalle onde sta la vetta del Fuji. Gli alti cirri osano appena avvicinarsi, e mai volano fin lassù gli uccelli. Il ghiaccio raggela irosi incendi e il fuoco distrugge la caduta neve. Vano è cercar parole, non v’è un nome degno di lui. Che sia un misterioso kami?   Mushimaro – VII secolo d.C.  ...

read more

Lavoratrici agli antipodi

17 06 07 by

Le donne al lavoro nelle società tradizionali hanno mantenuto in tutto il mondo una connotazione a tratti sublime, quasi sacro. Sono donne che si identificano esattamente con il proprio ruolo, e nello stesso tempo instaurano tra di loro un legame solenne, implicito ma fortissimo. In queste due fotografie, Edward Kim e Alexandra Avakian ci mostrano due piccole società femminili, dove il posto di lavoro coincide con la propria vita e soprattutto con la propria famiglia. Il primo ci porta in Giappone, a Chiyoda, durante il festival della piantagione del riso. E mentre dei musicisti fanno schioccare dei rami di bamboo ed altri li accompagnano con i tamburi, le donne piantano all’unisono, in una danza tradizionale. Tutte sono vestite in modo identico, nel tipico abito antico ed il copricapo che protegge dal sole, e sono...

read more

Il santuario della discordia

2 06 07 by

Questo è l’unico tempio al mondo dove la pace e la guerra sembrano non darsi fastidio a vicenda. Si trova a Tokyo e si chiama Yasukuni Jinja, letteralmente Santuario – shintoista – della pace nazionale. Già, letteralmente, perchè in realtà all’interno sono venerate le anime dei soldati giapponesi caduti in battaglia, compresi i criminali di guerra. Un luogo che è al centro di forti contestazioni, sia in Occidente che nella stessa Asia, soprattutto per via delle sistematiche visite al tempio del premier giapponese Koizumi. Cristiana Ceci e Ian Buruma sono andati a visitarlo e ne hanno fatto un ottimo reportage, Storia del tempio che fa litigare il mondo, le cui splendide fotografie sono state scattate da Francesca Moscheni. […] Dentro, la retorica è fortissima, inquietante: spade, armi e costumi di antichi guerrieri sono esposti...

read more

Il corpo femminile nelle ultime tribù

1 06 07 by

Le donne a confronto in due società molto diverse, eppure vicine. I testi sono di Luca Bergamin. Tratto dal Dossier Tribù della rivista GEO – giugno 2006. Isole Salomone – Oceania: i kwaio    […] Organizzati in piccoli gruppi, i kwaio collocano il mondo degli uomini in una posizione intermedia tra il reame del sacro, dominato dagli antenati, e il mondo delle donne, il cui potere è pericoloso per gli uomini, poichè provvedono al sostentamento del gruppo. La separazione dei due sessi è totale: si mangia con stoviglie diverse, si parla e si dorme in posti separati. Le donne sono escluse dalle attività rituali, perchè il corpo femminile è contaminante in quanto urina, defeca, partorisce: una malattia, una disgrazia o la morte sono causati da una violazione da parte di una donna dei ferrei...

read more

Sakura no kamikaze

27 04 07 by

L’articolo che vi propongo oggi (titolo originale: Fior di kamikaze) è di Renata Pisu, dalla sua raccolta di storie dell’Asia che si chiama Oriente Express (2002). Grande conoscitrice della Cina sin da prima della rivoluzione culturale di Mao, nel 1984 si è trasferita da Pechino a Tokyo, dove è rimasta fino al 1988. Nel 2002, a un anno di distanza dall’11/09, ci confida il segreto dei kamikaze e della loro filosofia floreale, tutt’altro che macabra e, anzi, paradossalmente primaverile. E nel “riportarci” l’essenza del Giappone in un periodo dell’anno che tutti attendono con impazienza, ci offre lo scorcio di un Paese che, seppur occidentalizzato, mantiene le peculiarità più intime dei tempi antichi, quelle dei Samurai. In Giappone i ciliegi, ques’anno, fioriranno il 25 di marzo, o il 27, in leggero anticipo. E’ un evento...

read more