La sopravvissuta

1 11 15 by

Abito piano terre e altre ceneri
indosso il silenzio dei morti
perché sono la sopravvissuta.
Mi cibo del canto dei muti
abito le vette, abito i dirupi
dove crepa la storia io esisto
con strisciate rosse, roventi
per idratare la pelle cangiante
degli uomini retti.

Passo al setaccio ogni onda
risacca goccia sussurro
parole che vogliono essere dette
flussi sonori da spirare a fondo
desideri agli angoli della bocca
– più voce, più voce, occhi chiusi –
così ogni pensiero pensato intensamente
a pugni stretti immaginato e amato
entra in circolo nella mia linfa
nel mio arcipelago di fuoco e acqua

.

.poesia sopravvissuta

.

 

Related Posts

Share This

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *