Elogio dell’adolescente

1 11 14 by

Potrete non essere d’accordo, obiettare che però, che ma, che tuttavia, che gli adolescenti questo e quello, e che si salvi chi può. E invece io vi dico viva gli adolescenti. Io amo questi esseri informi che navigano al buio fra gli undici e i diciott’anni; anche quelli brutti, gonfi, brufolosi, pelosi e asimmetrici. Anche quelli irascibili e furenti, anche quelli schivi e introversi. Viva tutte queste anime che abbiamo il privilegio di incrociare nelle nostre vite confuse e semideserte, viva gli adolescenti. Hanno ragione loro perché tacciono più spesso, perché respirano più forte. Viva gli adolescenti perché sono gli unici che ancora mantengono i propri segreti, si assaporano in privato desideri e scoperte, pensano e fanno le cose e le tengono per sé e le nascondono e le maneggiano per il tempo che occorre: per sentire tra le mani che forma ha vivere, che consistenza ha crescere e morire un po’ ogni giorno. Completamente si fiondano o completamente si immobilizzano. Niente vie di mezzo. Sotto i nostri occhi che indagano, si interrogano e non scorgono – senza che neanche li immaginiamo capaci – loro invece ascoltano vedono annusano toccano gustano assolutamente tutti gli eventi della vita – quelli veri probabilmente sono rimasti solo a loro – senza sbandierarli al resto del mondo. Puf. Black out. Zero controllo, esplosione di nulla, buco nero di informazioni. Non sappiamo proprio niente degli adolescenti. Non c’è nessun dossier che tenga, non esiste alcuna lente di ingrandimento intorno a questo nobile vuoto cosmico. Perché le cose, tutte le moltissime cose che accadono sulla loro traiettoria maldestra e maledettamente speranzosa, sono per loro ancora così importanti e dense di significato da non poter assolutamente essere raccontate, condivise, pronunciate.

Viva gli adolescenti perché sono i più vicini al bordo del mondo e devono riempirsi i pensieri di mille coordinate e indirizzi diversi, per non rischiare di cadere di una caduta senza ritorno. Viva loro perché sono gli specchi in cui si riflettono gli errori nostri e delle nostre società. Viva loro più di ogni altro, perché mentre dentro il petto combattono una guerra ogni giorno, sotto i loro palati bolle una sottile piccantissima passione per tutto, che ancora può tutto.

  Boy_Teenager

  

Related Posts

Share This

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *