Viagginversi Seconda Puntata – La Rosa Dei Venti

21 11 11 by

La puntata de La Rosa dei Venti di Radio Capodistria del 6 novembre è stata davvero speciale. Un viaggio in Istria con tre grandi viaggiatori e scrittori: Paolo Rumiz, Emilio Rigatti e Andrea Bocconi. E uno in Libano, con Valeria Gentile sulle tracce di nuovi poeti per “Viagginversi“.

 

L’Istria ‘di’ PAOLO RUMIZ, giornalista, scrittore e grande viaggiatore. Emozioni di un viaggio a piedi da Trieste a Promontore. Prima tappa di un viaggio che parte da via Carducci e punta all’estremita sud della penisola croata tra panorami mozzafiato.

Strappo per San Servolo, traversata su Kastelec, ultimo caffé fatto in casa da Vlado e Marija. Qui l’autostrada per Capodistria è in tunnel, si va oltre agevolmente per una collinetta dietro il paese. Radure, rimboschimenti, una immensa cava. Marco mi ha dato un bastone ferrato di ciliegio. Mi fa prendere il passo transumante che ho imparato dai mandriani del Molise. Si fanno distanze enormi con quel ritmo lento“.

 

ANDREA BOCCONI racconta la sua ultima coinvolgente avventura ‘formato famiglia’ in uno dei paesi più affascinanti del mondo, l’India… ma anche il suo incontro con la nostra meravigliosa Istria. Andrea Bocconi ha fatto dell’arte del viaggio la materia dei suoi libri. Dopo avere visitato molte volte l’India, in coppia, con un amico, da solo, Bocconi ha pensato, con la moglie Francesca, di farla conoscere ai figli Martina e Tommaso, di dieci e sei anni. E il viaggio in quattro con i bambini si è trasformato subito in un’occasione importante. Ha permesso di rivedere l’India con i loro occhi, di capire cosa guardano i bambini e cosa vedono gli adulti in quello sguardo, di godere dei loro commenti sempre imprevedibili battendo sentieri antichi e sentieri mai percorsi prima: la ricerca delle tigri nel Tiger Park, l’incontro con i grandi eremiti delle montagne, l’impatto con la ricchezza delle religioni e con la povertà di sempre, le soste in comodi alberghi fino a quel momento evitati e gli ozi sulle spiagge di Goa.

INDIA FORMATO FAMIGLIA, Guanda Editore

EMILIO RIGATTI, insegnante e scrittore, ma soprattutto cicloviaggiatore legge Leopardi al posto della televisione e usa la bicicletta come strumento didattico. Il suo ultimo cicloviaggio lo ha portato “alla ricerca del cicio perduto”.

La Ciceria, dopo la seconda guerra mondiale, ha subito un abbandono quasi totale. Mi avevano parlato del silenzio e della bellezza dei luoghi, ma io non c’ero mai andato. […] Il vecchio Jurisevich mi dice che qui ci vivono sette persone e cinquantasette galline. “Parla il cicio?” abbozzo timidamente. “No, nemmeno mio nonno lo sapeva, e siamo di qua…” Ha fatto l’operaio a Fiume, poi ha lasciato l’appartamento a figlio e nuora ed è tornato sui grebani, ad agguantare la bora d’inverno in cambio di una pace totale“.

 

VIAGGINVERSI. Comincia dal Libano il viaggio itinerante sulle tracce dei nuovi poeti di Valeria Gentile.

Credono di sapere / Ed io / glielo lascio credere / E creo. / Hanno costruito per me una gabbia / affinché la mia libertà fosse una loro concessione / E ringraziassi e obbedissi / Ma io sono libera prima e dopo di loro, / con e senza di loro / Sono libera nella vittoria e nella sconfitta / La mia prigione è la mia volontà!
Joumana Haddad, poetessa libanese

Come non cominciare dal Libano per cercare la poesia? Lastra sospesa nel centro del mondo, lembo di terra confuso e inafferrabile, in bilico tra una guerra senza fine e una pace senza limiti, ponte tra Oriente e  Occidente, ponte tra provocazione e castigazione, ponte invisibile sul Mediterraneo…

Related Posts

Tags

Share This

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *