Odore

27 07 11 by

panna
latte d’oleandro, crema d’inconscio
vortice bianco di potenza veritiera, luce
è il tuo odore quando sento
che ci sei – intorno, fuori – dentro

sono giorni
sono notti e giorni e mesi, non lo sai – non lo sapevo –
che ti ho visto con l’olfatto
il mio senso prediletto

è un viaggio
dentro dolci crepe e viscere salate
dentro voli inaspettati
dentro
me stessa intera
finalmente

accompagnami
su quella scia di fervore spietato
in questa via
di sentore perduto
di calore diffuso

svegliami
da questo torpore umano e insegnami
la mano
il tono l’acqua le parole
scrivimi addosso e dimmi
quanto tanto
ti posso amare

tienimi
tra le mani un altro poco, fin tanto che
questo tuo odore assillante
ossessione divina, folle plettro
non penetri ogni cellula
non pervada ogni altro senso
non colga, coraggioso
ogni fiore seminato

permettimi
di respirarti in volo
briciola di cosmo generoso, goccia
di valore emotivo superlativo, suono
di magia sinfonica freschissima

magma di panna
scarica elettrica – sconfinata ellittica
colpo apoplettico – vibrazione spudorata
intensa, acre
scudo
a sonni pericolosi e tristi

è un viaggio anche da ferma
è un’andata ma un ritorno
odore – flauto, vento
odore – voce diabolica stupenda
odore – volume oltre misura

me lo ricordo
il tuo odore anche da assente
vivo dentro: sento
odore – sangue e lava ardente
odore – spada gelida adorata
odore – febbre
disarmante
odore scivola
odore salta, odore mangia
odore
pulsa odore grida odore
me lo ricordo

  

  

 

Related Posts

Tags

Share This

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *