Gloria e miseria di Calcutta, guazzabuglio della globalizzazione

15 09 08 by

Su Internazionale Viaggio è stato pubblicato un reportage di Robert Kaplan, giornalista statunitense dell’Atlantic, sulle contraddizioni di Calcutta, una tra le città più densamente popolate al mondo. Da una parte giganteschi pannelli pubblicitari illuminati, automobili di ultimo modello, taxi di lusso, centri commerciali enormi e cinema multisala. Dall’altra parte risciò, mendicanti, senzatetto e fatiscenti palazzi dell’Ottocento.

Tra narghilè, lampadari di cristallo e bancarelle, il reporter dipinge un efficace quadro sociologico che ripercorre la corsa al benessere di questa bizzarra città indiana. Seguendolo nel suo viaggio, documentato passo per passo, spiega come i nuovi ricchi vogliono sterilizzarsi dall’orrore dei poveri.

[…] Calcutta è oscena. Esco da un caffè di lusso con le vetrine tappezzate di adesivi delle carte di credito, che offre una variegata cucina indiancosmopolita fatta di stravaganti cocktail a base di caffelatte e panini al formaggio. Lasciati i locali con l’aria condizionata arrivo nella strada rovente, facendo attenzione a non inciampare nelle famiglie che dormono tra i cartoni, sullo stesso marciapiede dove urinano uomini e donne […]

  

Related Posts

Tags

Share This

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *