Altri Occhi Estate: reportage e consigli di viaggio #10: Sri Lanka

5 09 08 by

Francesco Piccolo ci accompagna in Sri Lanka con il suo reportage, lontano dai soliti tour. Per un viaggio cosiddetto consapevole, spiega lo scrittore, è opportuno scindere bene quello che gli indigeni vogliono farti vedere da quello che è effettivamente questo paese.

Si può scegliere se farsi guidare in degli pseudo-musei e sapere già cosa ci aspetta, oppure vivere la vita vera del luogo, andando al megalbergo Oberoi di Colombo, con vaste sale ristorante, da cui montare su un tuktuk e percorrere il centro, quello vero, il “Forte” dove le persone vivono.

Tutto, in Sri Lanka, a ha che fare con “il pensiero magico”, e persino l’industria più preziosa del posto, cioè l’estrazione e la lavorazione di zaffiri, topazi, smeraldi e diamanti, è regolata dall’astrologo, che stabilisce persino il giorno in cui si devono iniziare gli scavi di ogni miniera. Come anche il rito del passaggio all’età successiva dei giovani, segnata dalle foglie di Betel, in base alla loro forma e disposizione.

  


L’astrologo legge le foglie e decide: il giorno dell’iniziazione alla pubertà, al cibo piccante, all’alfabetismo… E prevede quanto si sarà felici, quando ci si sposerà, quando ci si ammalerà e così via.
Ecco perché un viaggio in Sri Lanka non può essere scisso dalla tradizione soprannaturale: da visitare, infatti, il tempio delle grotte di Dambulla e il tempio del dente di Buddha.

Related Posts

Tags

Share This

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *