All’Altiplano del Perù sulla via della "papa andina"

3 08 08 by

La FAO ha proclamato il 2008 l’anno della patata. L’idea è venuta nel 2005 al Perù, e così Jean-Paul Géné di Le Monde ci ha regalato un reportage molto approfondito sulla storia, la coltivazione e il consumo della patata peruviana, la papa andina. Tra antichi treni a passo d’uomo, stradine bianche e burroni, il reporter francese si è recato nella zona dell’Altiplano, intorno al lago Titicaca, alla scoperta di oltre quattromila varietà di tuberi. In un paesaggio mozzafiato: la neve della cordigliera in lontananza, il ruscello che cammina per la pianura, lama e contadini laboriosi, con le loro donne che indossano gonne pesantissime ed il tradizionale cappello a bombetta sopra le lunghissime trecce. In questa zona, dove la natura è indomabile e la povertà all’estremo, queste popolazioni sono costrette a sottostare alle dure leggi della miseria e del clima.

[…] Hanno dei nomi fantasiosi quanto i loro colori e rivelano una polpa venata di viola o di rosso, talvolta ornata di filamenti gialli. E sono dotate di un’eccellente vista, a a giudicare dal numero di “occhi” presenti sulla loro buccia tormentata. Un incubo per i pelapatate! Ma non è il solo difetto. Farinosa, di gusto poco vario con alcune eccezioni più dolci, la papa andina non ama la cottura in acqua, non sopporta la frittura e non si lascia rosolare in padella. Il modo ideale per cuocerla è intera nella sua buccia e al vapore. Su più di duemila varietà, Jacques Benoit, direttore della scuola del Cordon bleu di Lima, ne ha selezionate 52 valide da un punto di vista gastronomico. Ma dopo numerosi tentativi il cuoco rimane scettico sulle possibilità della papa andina nel mercato interno o di esportazione. Coltivata, consumata da secoli dagli indigeni quechua e dagli aymara, è un alimento dei poveri, poco adeguato per la gente della costa, che preferisce riso e pasta. Per amarla bisogna vivere sull’Altiplano e, soprattutto, avere solo questo da mangiare. […]

Per l’occasione è stato anche indetto un concorso fotografico: le iscrizioni sono aperte fino al primo settembre prossimo.

 

Related Posts

Tags

Share This

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *