Vocabolario creativo: Wafer

29 07 08 by

(biscotto formato da due cialde friabili che racchiudono uno strato di crema o cioccolato)

  

 

  

Sì, è vero. Lo ammetto. A volte me lo chiedo.
Come diavolo sono finito qui?
Avevo in mente tante cose da bambino, aerei, spazio, creatività da vendere… e adesso sono un uomo sposato, un padre di famiglia, un dipendente della Grande Azienda che produce cialde. Ma sì, voglio dire, ci si faranno pure i wafer più buoni d’Italia, con le nostre cialde, ma io avevo un sogno.

Mi piaceva volare, progettare modellini di carta, creatività da vendere.
Quand’è che ho svoltato per questa strada? Dov’era il bivio?
Ho alzato gli occhi al cielo, questa mattina. Mi è sembrato come non averlo visto per anni, sempre chino su macchinari e documenti, e mi sono ricordato. Il cielo.

Ma quando è stato quel giorno? Quale giorno della settimana, quale numero del mese, quale anno della mia vita ho improvvisamente dimenticato? Quello era il mio destino, l’aria, il vento, la matita e la fisica. Gli aerei più strabilianti ed efficienti d’Italia sarebbero stati costruiti sulla base dei miei progetti, e ne sarei andato fiero. Invece no. Cialde e biscotti, plichi e consegne.
Quando è successo? Ma soprattutto: perchè?

Lo ammetto, a volte me lo chiedo. Ma me ne vergogno, perciò non dirlo a nessuno.
Tu che sei ancora in tempo, figlio mio, rifletti e scava, e scava ancora.

Credi nei tuoi sogni. Così un giorno, quando arriverai davanti a quel bivio, lo riconoscerai.
E ti ricorderai la data, il giorno, e il momento esatto.
Credi.

Related Posts

Tags

Share This

4 Comments

  1. Che bel post !

  2. davanti a quel bivio vai sempre dove ti spinge il tuo talento, non sprecarlo, vai,vai,vai…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *