Vocabolario creativo: Sabato

15 06 08 by

(sesto giorno della settimana)

  

  

Il sabato non esiste. È un’invenzione dell’uomo, esattamente come lo sono i minuti e i secondi, gli dèi e le stelle cadenti. Questo pensava Pu Miao mentre preparava la cena del sabato sera con gli amici, quella che loro attendevano tutta la settimana, per le prelibatezze cinesi che lei cucinava con così abile maestria. Aveva imparato da sua nonna nello Zinnan – dove i terremoti non arrivano mai – ma ci metteva anche un bel po’ di fantasia. Alette di pollo con salsa di soia, miele e sesamo – e una spruzzatina di sale e zucchero insieme – da mangiare rigorosamente con le mani, per sentire la soffice crema nera sotto le dita; peperoni verdi con intestini di bovino e peperoncino; zuppa di funghi; involtini di pasta fritta ripieni di verdure, pollo e cipolle; bocconcini di carne di maiale rosolati; riso con salse varie e spaghetti di pasta di riso, come fili invisibili su un condimento rigorosamente piccante. Per non parlare di quando preparava gli spaghetti con tonno e vongole o le pennette al sugo di pancetta soffritta in aglio, olio e peperoncino. E per mescolare bene gli ingredienti faceva un movimento mozzafiato tenendo la padella per il manico, quasi fosse uno spettacolo da circo equestre. Era un successo, un’emozione, la cena a casa di Pu Miao. Ogni sabato sera, tra amici. Eppure per lei, che passava tutto il pomeriggio a cucinare, il sabato non esisteva.

  

 

Related Posts

Tags

Share This

2 Comments

  1. torno a leggerti e torno a salutarti… 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *