Il risveglio di Kampala, la perla dell’Africa

31 05 08 by

Simon Kuper, giornalista ugandese del Financial Times (Uk), torna sulle tracce delle proprie origini prendendo per mano il lettore e raccontandogli di come Kampala, la capitale dell’Uganda, si sta aprendo, lasciandosi alle spalle la dittatura e la guerra civile.

[…] L’assonnata città di un tempo si è trasformata in una rumorosa metropoli, tappezzata di cartelloni pubblicitari e piena di matatu, i pulmini privati che sostituiscono i mezzi pubblici.
[…]
Si dice che Kampala, come Roma, sia stata costruita su sette colli. Oggi ne comprende più di venticinque, ma sono le colline principali a dominare il paesaggio. A ognuna è associata una religione diversa. C’è la Muslim hill, con l’enorme moschea cominciata da Amin e portata a termine dal colonnello Gheddafi. C’è la Anglican hill, con l’ospedale dove sono nato e la cattedrale di San Paolo. Nel cimitero della cattedrale riposa il primo vescovo dell’Uganda. I cattolici hanno Rubaga hill. […]

  

 

Related Posts

Tags

Share This

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *