Il caso Travaglio #2 ovvero: il gioco delle differenze 2001/2008

18 05 08 by

 
Scusate l’insistenza, ma questa storia ha del Satyricon.
Oggi a Piacenza Marco Travaglio ha ricordato un episodio molto simile a questo, avvenuto nel 2001. Niente di nuovo, insomma. Faccio un breve schema per capire come sono andate le cose e cosa è cambiato da allora – e cosa non è cambiato affatto.

Adesso:

  • Data: 10 maggio 2008
  • Libro: Se li conosci li eviti, con Peter Gomez
  • Programma: Che Tempo Che Fa, Rai3, prima serata
  • Presentatore: Fabio Fazio
  • Marco Travaglio ha fatto luce su: i legami di Schifani con la mafia palermitana
  • Notizie prese da: dichiarazioni in aula di tribunale – quindi pubbliche – e documenti autentici
  • Chi si è infuriato: Renato Schifani, Presidente del Senato
  • Marco Travaglio ha ricevuto atti di citazione in tribunale da: Renato Schifani
  • Per: calunnia
  • Conseguenze per Fazio: scuse pubbliche
  • Video dell’intervista incriminata:
  1. Intervista di Fazio a Marco Travaglio 1/2
  2. Intervista di Fazio a Marco Travaglio 2/2
  3. Le scuse pubbliche di Fabio Fazio


Prima:

  • Data: 14 marzo 2001
  • Libro: L’odore dei soldi, con Elio Veltri
  • Programma: Satyricon, Rai2, seconda serata
  • Presentatore: Daniele Luttazzi
  • Marco Travaglio ha fatto luce su: l’origine dei soldi di Berlusconi
  • Notizie prese da: dichiarazioni in aula di tribunale – quindi pubbliche – e documenti autentici
  • Chi si è infuriato: Silvio Berlusconi, candidato alle elezioni politiche (poi eletto Premier)
  • Marco Travaglio ha ricevuto [10] atti di citazione in tribunale da: Berlusconi, Fininvest, Mediaset, Forza Italia, Tremonti
  • Per: aver danneggiato l’immagine e l’onorabilità dei politici e delle aziende coinvolte
  • Conseguenze per Luttazzi: citazione in tribunale da Berlusconi e Mediaset; epurazione dalla tv pubblica (editto bulgaro di Berlusconi); risarcimento di 20miliardi di lire
  • Sentenza: assoluzione dei due querelati per diritto di satira e legittima critica politica
  • Video dell’intervista incriminata:
  1. Intervista di Luttazzi a Marco Travaglio (Satyricon) 1/3
  2. Intervista di Luttazzi a Marco Travaglio (Satyricon) 2/3
  3. Intervista di Luttazzi a Marco Travaglio (Satyricon) 3/3


Uguaglianze:

1. In entrambi i casi ciò che Travaglio ha detto era stato già scritto su un libro, ma la polemica è nata dal fatto di averlo detto in tv
2. La polemica non si è incentrata sulla veridicità delle cose dette
3. Il caso è passato dalla tv al tribunale
4. Il pubblico in studio ha applaudito soddisfatto e quasi risvegliato dalle parole di Travaglio, in entrambi i casi

Differenze:

1. Mentre Travaglio parlava del suo libro, Luttazzi si dimostrava fortemente interessato, entusiasta, oserei dire grato al giornalista per quello che stava permettendo a lui e agli italiani di sapere. Fazio ha mantenuto un’aria piuttosto tesa e contrariata per tutta la durata dell’intervista, con un’espressione di disapprovazione costante sul viso, oltre ad aver esplicitamente detto più volte che non era d’accordo con niente e che si dissociava
2. Dopo la polemica, Luttazzi non si è scusato nè dissociato – e infatti ha perso il posto, è stato epurato dalla tv e citato in giudizio con la richiesta di risarcimento di 20miliardi di lire. Fazio si è impegnato, nella puntata successiva, nella lettura delle scuse pubbliche a nome di Cappon, della Rai e di se stesso. Travaglio ha commentato questo fatto dicendo che si tratta solo di stili ed esigenze professionali diverse, e che Fazio ha dovuto pagare il prezzo di una pessima figura in televisione per non diventare un uomo finito

  

3. La questione è passata in tribunale: nel primo caso, cioè nel 2008, solo Marco Travaglio è stato citato dal politico coinvolto (Fazio si è scusato). Nel secondo caso, intervistatore ed intervistato sono stati considerati ugualmente responsabili della “mascalzonata” (Luttazzi è stato epurato)
4. Nel 2001 tutta la classe politica di centro-destra andò contro Travaglio; quella di centro-sinistra tacque vigliaccamente. Nel 2008, invece, anche il centro-sinistra lo attacca spudoratamente
5. Anche la maggior parte dei colleghi di Travaglio si sono pronunciati negativamente sull’intervista incriminata, tanto che lo stesso Travaglio si è visto costretto a querelare a sua volta la nota firma di Repubblica, Giuseppe D’Avanzo, per calunnia – ha scritto che è il giornalista ad avere avuto contatti con la mafia, non l’onorevole –
6. Nel 2001 la “vittima della diffamazione” non era ancora nessuno, ovvero un politico candidato Premier ma non ancora eletto. Nel 2008 si tratta di una delle più alte cariche dello Stato Italiano, il Presidente del Senato della Repubblica
7. Il numero di telespettatori che hanno visto l’intervista a Travaglio a Che Tempo Che Fa, in prima serata, è stato sicuramente molto più consistente di quelli che hanno visto la puntata di Satyricon del 14 marzo 2001, in seconda serata

Se a qualcuno ne vengono in mente altre, sarò felice di aggiungerle.
Vorrei tanto poter inserire l’esito della sentenza come un’uguaglianza. Ma dato che siamo in Italia, purtroppo, passeranno dei decenni prima di poterlo sapere.

Detto questo, ecco le risposte di Marco Travaglio sulla questione:

 

Related Posts

Tags

Share This

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *