L’inviato dalla colonia: il diverso al microscopio

16 06 07 by

Ecco cosa succede quando un britannico dell’Ottocento parte per la colonia inglese di Hong Kong con l’idea di studiare, nelle varie province dell’impero, i costumi, le usanze, le grandi industrie di questo antico popolo. Dalla fusione di patriottismo e curiosità nacque Viaggio in Cina, una raccolta di impressioni sui Cinesi in casa loro, scritto da J. Thompson nel 1870. Questo celebre reportage ci mostra la civiltà della Terra dei Fiori accompagnato dalle dettagliatissime incisioni di abili fotoreporter ante-litteram.
Thompson introduce il suo reportage catapultandoci nei luoghi del suo viaggio, attraverso la descrizione, breve ma accurata, dei paesaggi, per passare, subito dopo, a piccole manciate di quotidianità cinese.




E’ strabiliante la tendenza dei reporter ante-litteram ad interpretare il nuovo attraverso il termine di paragone del conosciuto, in questo caso dell’Europa. Andare a ritrovare gli antichi diari di viaggio è un esercizio di grande consapevolezza per poter apprezzare lo sguardo – sì disincantato, ma critico e aperto – di chi oggi si ripropone di riportare. Certo è
che, allora, tutto era ancora da scoprire, il mondo era frammentato in piccole realtà drasticamente separate le une dalle altre: ecco perchè questi documenti ci sono di fondamentale importanza per comprendere il passato di quelle piccole società di uomini che oggi sono i nostri vicini di multiculturalità.

[…] Girando la città si odono talvolta dei suoni. Questi poveri artisti hanno il loro posto fisso nelle feste di famiglia. Talora li chiamano anche nelle case in fama d’essere abitate da spiriti malefici, per scongiurarli. Di tanto in tanto ci si affaccia su qualche scena interessante della vita domestica. […] Il monastero di Fi-lai-sz è uno dei più pittoreschi del sud della Cina. I monaci, pieni di tenera simpatia per le debolezze umane, spingono l’ospitalità fino ad ammanir l’oppio agli ospiti, cui vendono anche dei bastoni recisi nel bosco sacro che circonda il tempio. […]



 

Related Posts

Tags

Share This

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *