I pilastri della terra

13 06 07 by


Oltre un miliardo e mezzo di persone dipendono dall
e foreste per la propria sopravvivenza. Trecento milioni le utilizzano come abitazione. Per tutti sono un baluardo contro la degenerazione del clima. Perchè senza alberi non si vive.

Avreste mai pensato di leggere un reportage che ha come soggetto… gli alberi?

Mariella Bussolati lo ha fatto ne I pilastri della terra: ci ha raccontato tutta l’umanità, nella sua fragile dipendenza dalla natura, passando in rassegna foreste, boschi, giungle e radure, facendoci viaggiare tra leggende, protocolli, sit-in e disboscamento illegale. Accompagnato dalle meravigliose immagini del fotografo tedesco Christian Ziegler, questo breve dossier ci racconta che le aree più a rischio sono Sud America, Africa centrale ed Oceania. Ci mette in mano gli strumenti per interpretare scelte politiche e manifestazioni pubbliche, ma soprattutto stimola alla riflessione, mettendoci davanti a percentuali e previsioni.


[…] Dall’altra parte del globo, nel Maine (USA) una comunità religiosa quacchera è riuscita invece a evitare che l’area forestale attorno al proprio villaggio, costituito da case caratteristiche, e nel quale vive dal duecento anni, si trasformi in una anonima periferia cittadina. I quaccheri hanno ottenuto dal governo la possibilità di conservare il territorio intatto per le generazioni future: mille ettari di boschi di aceri, frassini, sommachi, faggi e betulle, le cui foglie in autunno dipingono il paesaggio di rosso e giallo, dando origine al famoso foliage. […]



 

Related Posts

Tags

Share This

9 Comments

  1. Ciao…volevo davvero complimentarmi con te!
    Hai fatto un blog molto interessante e soprattutto chiaro!
    Se dovessi dare una votazione al blog migliore di bloglab lo darei a te!

    Brava!

  2. Mi lusinghi!!!!!
    Grazie, davvero 🙂

  3. “I pilastri della terra” è anche un bellissimo romanzo di Ken Follet. E’ ambientato nell’Inghilterra medioevale e racconta le storie che si intrecciano attorno alla costruzione di una cattedrale, ha delle splendide descrizioni di posti e eventi… vecchio ma consigliato.

  4. Anonymous

    Ottimo argomento,purtroppo sono in pochi a preoccuparsene, forse ancora non hanno capito che la nostra vita dipende dalla salvaguardia dell’ambiente!
    cmq ottimo blog, i temi che tratti sono molto interessanti!
    cmq se ti piace il cinema visita:
    http://www.emozioninpellicola.splinder.com
    Stefano

    p.s. il libro di Follet l’ho letto quando ero al liceo, se vi piacciono le descrizioni particolareggiate ve lo consiglio!

  5. @carlo: scommetto che lo consigli in lingua originale 😉

    @stefano: ma il blog EmozioniInPellicola non è il tuo, vero? Mi sembra sia di un certo Luca… Comunque è già da tempo nel blogroll, tranquillo 😉

  6. ovvio che lo consiglio in inglese, ma quando l’ho letto pensavo ancora, stupidamente, “se un inglese mi vuole parlare imparerà l’italiano”. Complice una brava insegnate in 3a liceo ho cambiato punto di vista… e meno male 😀

  7. meno male sì 😉

  8. Anonymous

    si è anke mio emozioni in pellicola solo che adesso se ne occupa un pò di + Luca che sto immerso nel Diritto dell’Informazione purtroppo!
    ciao Stefano

  9. Non me ne parlare!! 😉

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *