Tatiana Cardeal e il suo Brasile

5 06 07 by

Vi voglio parlare di una bella scoperta che ho fatto tramite DalMondo.info. Ho visitato il blog di Tatiana Cardeal, fotoreporter brasiliana, e sono rimasta a bocca aperta (ho avuto anche la conferma che per un blog sul reportage, lo sfondo nero è l’ideale, perchè dà un contrasto maggiore alle fotografie migliorandone l’impatto). Sono rimasta incantata dalle sue foto straordinarie. Vi riporto un estratto dal suo reportage sui senza tetto di Prestes Maia, a San Paolo, in Brasile.

[…] Prestes Maia è una immensa fabbrica abbandonata di abiti, che troneggia nel cuore di San Paolo, ed è la più grande occupazione abusiva dell’America Latina: l’edificio, con i suoi 22 piani, ospita 468 famiglie, circa 2000 persone del MSTC (Movimento dei SenzaTetto della Città di San Paolo). I proprietari dell’edificio, Jorge Hamuche e Eduardo Amorim, abbandonarono l’edificio venti anni fa e devono allo Stato circa 1,8 milioni di euro in tasse arretrate.
Ciò nonostante, il giudice della 25a Giurisdizione Civile di San Paolo ha accordato un ingiunzione per il recupero della proprietà, ignorando i diritti di residenza degli occupanti. […]

22 piani, e non un ascensore.

Roberta e 468 altre famiglie sono in attesa. Dopo un incontro in comune, il 15 febbraio 2006, la gente del Prestes Maia ha ottenuto un rinvio di altri due mesi; potrà restare nelle proprie abitazioni e negoziare.

All’interno dell’edificio, un’anziana signora con il suo bastone.

Daiane e suo figlio, Kauê Nicolas, vivono entrambi nell’edificio del Prestes Maia.

Dieci donne guidano il “Movimento dei SenzaTetto” di San Paolo, la comuità dei più emarginati della città, costituita da migliaia di persone che in precedenza vivevano sulle strade. Come un esercito senza protezione, hanno fondato il “Movimento dei Senzatetto” non solo come strumento per battersi per il diritto all’abitazione, ma anche come mezzo per ritrovare la propria dignità, minata dalla mancanza di assistenza e dalla segregazione sociale.
Qui sopra abbiamo la signora Romilda (a sinistra) e il coordinatore del Prestes Maia, signora Jomarina (a destra), ai fornelli in una cucina improvvisata nell’accampamento. Vivono entrambe al Prestes Maia, e qui stanno preparando la pasta per centinaia di persone del Movimento dei SenzaTetto.

In una giornata tranquilla le famiglie del Prestes Maia festeggiano l’ultima sospensione dello sgombero con un barbecue sulla strada.

Questa foto è stata scattata un anno fa; è la performance di un’artista durante una manifestazione per fare pressioni sui giudici, chiedendo la sospensione dello sgombero forzato del Prestes Maia. […]

da Brasile: gli abusivi del Prestes Maia

 

Related Posts

Tags

Share This

3 Comments

  1. Gran bel lavoro quello di cui hai parlato! Mi sa che un link te lo meriti va’!

  2. guardando le foto mi è venuto in mente il film City of God,anzi mi sa che me lo vado a rivedere!a presto!

  3. gio

    molta brava, foto davvero interessanti, bella scoperta

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *