In un’ora regalata

24 03 07 by

Cosa potrei fare in un’ora regalata? Che meraviglia, non esiste un regalo più prezioso: un’ora di tempo! Ma per cosa? Potrei stare un’ora a sognare sulla riva del fiume, o sul punto più alto del giardino di Boboli a chiacchierare con un albero in fiore. Potrei cercare un’idea che ho perduto da tanto tempo, o creare un nuovo sito scoprendo nuovi segreti del design css. Potrei ballare, sudare, perdermi in una strada sterrata, in quell’ora regalata. Potrei sbadigliare, potrei mangiare, correre o semplicemente ascoltare il vento. Un’ora regalata, donata, tutta per me! Ma da chi? Non era forse già mia quell’ora che – conservata con tanta cura – mi è stata rubata insieme agli altri ori della vita? Non è forse un imbroglio che – nonostante il grande furto della società civile allo spirito dell’uomo – dobbiamo sentirci più leggeri, tirare un sospiro di sollievo, per l’illusione di recuperare sessanta frenetici minuti?

Related Posts

Tags

Share This

4 Comments

  1. Beh, la recuperi a ottobre quando torna l’ora solare… 🙂

  2. E poi non è proprio un imbroglio…fa risparmiare dei bei soldini 😛

  3. gio

    mi piaci un casino quando sei cosi’, sognante e poetica, quando lasci andare il cuore e viaggi

  4. eh, non ti allargare però 🙂

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *